Forum Infettivologico
Alliance Cicatrici
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa

Innohep può aumentare il rischio di morte nei pazienti anziani con insufficienza renale


Celgene ha informato gli Health Care Professional di importanti informazioni riguardo a Innohep ( Tinzaparina ).

Uno studio clinico controllato ha mostrato che Innohep può aumentare il rischio di morte rispetto all’Eparina non-frazionata quando impiegata per trattare pazienti anziani con insufficienza renale.

Lo studio IRIS ha confrontato Innohelp ( 175 UI/Kg, 1 volta die ) con l’ Eparina non-frazionata nel trattamento iniziale della trombosi venosa profonda e/o embolia polmonare nei pazienti anziani con insufficienza renale ( es. pazienti di età uguale o superiore ai 70 anni ) con clearance della creatinina stimata uguale o inferiore a 60 mL/min.
Gli anticoagulanti orali sono stati co-somministrati, iniziando dai giorni 1-3, e il trattamento è stato continuato per almeno 5 giorni fino a raggiungere un INR compreso tra 2 e 3 in 2 giorni successivi; successivamente sono stati somministrati solo gli anticoagulanti orali e i pazienti sono stati seguiti fino a 90 giorni dopo l’inizio del trattamento.
L’incidenza di mortalità in questo studio è stata del 6,3% tra i pazienti trattati con Eparina non- frazionata ( n=268 ) e dell’11,2% nei pazienti trattati con Innohep ( n=269 ).

Inoltre, nel corso della sorveglianza postmarketing sono stati riscontrati 2 casi di ematoma epidurale. ( Xagena2008 )

Fonte: FDA, 2008


Cardio2008 Emo2008 Nefro2008 Farma2008


Indietro