Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Medical Meeting
Mediexplorer.it

Aripiprazolo associato a sindrome neurolettica maligna


In Australia sembrano essere frequenti le segnalazioni di sindrome neurolettica maligna con Aripiprazolo ( Abilify ). Ma questo trend non è confermato nel database mondiale dell’WHO ( World Health Organization ).

Aripiprazolo, un antipsicotico atipico, è disponibile in Australia dal 2003, e da allora sono stati ricevute 145 segnalazioni, di cui 15 di sindrome neurolettica maligna.

Le caratteristiche cliniche della sindrome neurolettica maligna comprendono: febbre, confusione, disorientamento, o altre modificazioni della funzione cognitiva, rigidità muscolare, profusa sudorazione, ed instabilità autonomica.
Sono spesso osservati aumenti dei livelli della creatin chinasi.
La sindrome neurolettica maligna può essere minacciante per la vita, ed il rapido riconoscimento e trattamento della condizione sono di estrema importanza.

Nelle 15 segnalazioni giunte all’ADRAC ( Adverse Drugs Reactions Advisory Committee ) con Aripiprazolo, segni e sintomi non sono stati descritti in 3 casi ed in altri 3 casi è stato riscontrato solo un aumento della creatin chinasi.

Le caratteristiche comuni delle altre segnalazioni erano: aumento della creatin chinasi ( 7 casi ), febbre ( 6 ), significativa alterazione cognitiva, sudorazione, e tachicardia ( 4 ).

Come per la Clozapina ( Clozaril / Leponex ), in molti casi della sindrome neurolettica maligna associata ad Aripiprazolo non sembra presentarsi significativa rigidità.

Il tempo di insorgenza non è spesso dichiarato, ma quando lo è, la sindrome neurolettica maligna compare dopo pochi giorni o settimane dopo aver assunto Aripiprazolo.

In alcuni casi l’Aripiprazolo era stato aggiunto alla Clozapina o all’Olanzapina ( Zyprexa ).

E’ noto da tempo che la Clozapina e l’Olanzapina possono causare sindrome neurolettica maligna.( Xagena2007 )

Fonte: Australian Adverse Drugs Reactions Bulletin, 2007


Farma2007 Psyche2007
 


Indietro