Ibuprofene
Alliance Dermatite
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa

Effetti indesiderati di Lemtrada, un farmaco per la sclerosi multipla recidivante-remittente


Da un totale di 1.188 pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente, trattati con Lemtrada ( Alemtuzumab ) ( 12 mg o 24 mg ), che ha costituito la popolazione di sicurezza in un'analisi dei dati accorpati di studi clinici controllati, sono stati stimati 2.363 anni-paziente di follow-up di sicurezza e un follow-up mediano di 24 mesi.

Le più importanti reazioni avverse sono autoimmunità ( porpora trombocitopenia idiopatica, patologie della tiroide, nefropatie, citopenie ), reazioni associate alla infusione e infezioni.
Le reazioni avverse più comuni osservate con Lemtrada ( incidenza uguale o superiore al 20% dei pazienti ) sono eruzione cutanea, cefalea, piressia e infezioni delle vie aeree.

Sono stati riportati gli effetti indesiderati in base ai dati di sicurezza raccolti fino a 24 mesi dei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente trattati con 12 mg/giorno di Alemtuzumab per 5 giorni consecutivi all'ingresso dello studio e per 3 giorni consecutivi al mese 12 dello studio.
Le reazioni avverse, che si sono verificate nello 0.5% dei pazienti o valore superiore, sono state elencate nelle sezioni Classificazione per sistemi e organi ( System Organ Class, SOC ) e Preferred Term ( PT, Termine preferito ) secondo MedDRA ( Medical Dictionary for Regulatory Activities ).

Le categorie di frequenza sono definite secondo la seguente convenzione: molto comune ( maggiore o uguale a 1/10 ); comune ( maggiore o uguale a 1/100, minore di 1/10 ); non-comune ( maggiore o uguale a 1/1.000, minore di 1/100 ). All'interno di ogni raggruppamento, le reazioni avverse sono presentate in ordine decrescente di gravità.

Infezioni ed infestazioni - Molto comune: infezione delle vie respiratorie superiori, infezione delle vie urinarie; Comune: infezioni delle basse vie aeree, herpes zoster, gastroenterite, herpes orale, candidiasi orale, candidosi vulvovaginale, influenza, infezione auricolare; Non-comune: infezione dentaria, herpes genitale, onicomicosi;

Patologie del sistema emolinfopoietico - Molto comune: linfocitopenia, leucopenia; Comune: linfadenopatia; Non-comuni: porpora trombocitopenia immune, trombocitopenia, emoglobina ridotta, ematocrito ridotto;

Disturbi del sistema immunitario - Comune: sindrome da rilascio di citochine;

Patologie endocrine - Comune: malattia di Basedow, ipertiroidismo, tiroidite autoimmune, ipotiroidismo, gozzo, anticorpo anti-tiroide positivo;

Disturbi psichiatrici - Comune: insonnia ( reazione da infusione ), ansia; Comune: depressione;

Patologie del sistema nervoso - Molto comune: cefalea ( reazione da infusione ); Comune: recidiva della sclerosi multipla, capogiro ( reazione da infusione ), ipoestesia, parestesia, tremore, disgeusia ( reazione da infusione ); Non-comune: disturbi sensoriali, iperestesia;

Patologie dell'occhio - Comune: visione offuscata; Non-comune: congiuntivite;

Patologie dell'orecchio e del labirinto - Comune: vertigini;

Patologie cardiache - Comune: tachicardia ( reazione da infusione ), bradicardia, palpitazioni;

Patologie vascolari - Molto comune: rossore ( reazione da infusione ); Comune: ipotensione ( reazione da infusione ), ipertensione;

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche - Comune: dispnea ( reazione da infusione ), tosse, epistassi, dolore orofaringeo; Non-comune: tensione della gola, singhiozzi, irritazione della gola;

Patologie gastrointestinali - Molto comune: nausea; Comune: dolore addominale, vomito, diarrea, dispepsia ( reazione da infusione ), stomatite; Non-comune: costipazione, malattia da reflusso gastroesofageo, sanguinamento gengivale, disfagia;

Patologie epatobiliari - Non-comune: aumento dei livelli di Aspartato Aminotransferasi;

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo - Molto comune: orticaria ( reazione da infusione ), eruzione cutanea ( reazione da infusione ), prurito ( reazione da infusione ); Comune: eruzione cutanea generalizzata ( reazione da infusione ), eritema, ecchimosi, alopecia, iperidrosi, acne; Non-comune: vescicola, sudorazione notturna;

Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo - Comune: mialgia, debolezza muscolare, artralgia, dolore dorsale, dolore agli arti, spasmi muscolari, dolore al collo;

Patologie renali e urinarie - Comune: proteinuria, ematuria;

Patologie dell'apparato riproduttivo e della mammella - Comune: menorragia, mestruazioni irregolari; Non-comune: displasia della cervice, amenorrea;

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione - Molto comune: piressia ( reazione da infusione ), affaticamento ( reazione da infusione ); Comune: fastidio al torace ( reazione da infusione ), brividi ( reazione da infusione ), dolore ( reazione da infusione ), edema periferico, astenia, malattia similinfluenzale, malessere, dolore in sede di infusione;

Esami diagnostici - Non-comune: riduzione del peso corporeo;

Traumatismo, avvelenamento e complicazioni da procedura - Comune: contusione.

Descrizione di reazioni avverse selezionate

Le reazioni avverse da infusione comprendono anche la fibrillazione atriale e l'anafilassi, che si verificano al di sotto dello 0.5% del valore di cut-off per gli eventi correlati.

Sovradosaggio

Negli studi clinici controllati due pazienti con sclerosi multipla hanno ricevuto accidentalmente fino a 60 mg di Lemtrada in una singola infusione e hanno avuto reazioni gravi ( cefalea, eruzione cutanea e ipotensione o tachicardia sinusale ).
Le dosi di Lemtrada maggiori rispetto a quelle testate negli studi clinici possono aumentare l'intensità e/o la durata delle reazioni avverse associate alla infusione o ai suoi effetti immunitari.
Non esiste alcun antidoto per Alemtuzumab in caso di sovradosaggio.
Il trattamento consiste nella sospensione del medicinale e nella terapia di supporto. ( Xagena2013 )

Fonte: European Medicines Agency ( EMA ), 2013

Neuro2013 Farma2013


Indietro