Ibuprofene
Alliance Dermatite
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa

Farmaci incretino-mimetici per il diabete di tipo 2: possibile aumento del rischio di pancreatite e di reperti pre-cancerosi a livello pancreatico


L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ), sta valutando le scoperte di un gruppo di ricercatori che hanno riscontrato un aumentato rischio di pancreatite e di cambiamenti cellulari pre-cancerosi ( metaplasia del dotto pancreatico ) nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 trattati con una classe di farmaci chiamati incretino-mimetici.

I dati si riferiscono a un piccolo numero di campioni di tessuto pancreatico prelevati da pazienti deceduti per cause non specificate.

La FDA ha chiesto ai ricercatori di fornire la metodologia utilizzata per raccogliere e studiare questi campioni e di fornire i campioni di tessuto in modo che l’Agenzia stessa possa compiere indagini per verificare la potenziale tossicità pancreatica associata agli incretino-mimetici.

I farmaci incretino-mimetici comprendono Exenatide ( Byetta, Bydureon ), Liraglutide ( Victoza ), Sitagliptin ( Januvia, Janumet, Janumet XR, Juvisync ), Saxagliptin ( Onglyza, Kombiglyze XR ), Alogliptin ( Nesina, Kazano, Oseni ) e Linagliptin ( Tradjenta, Jentadueto ).

Questi farmaci agiscono imitando le incretine che l’organismo produce in modo naturale, di solito per stimolare il rilascio di insulina in risposta a un pasto.

Gli incretino-mimetici sono utilizzati assieme alla dieta e all’esercizio fisico per abbassare i livelli di glicemia negli adulti con diabete mellito di tipo 2.

Al momento, la FDA non ha raggiunto alcuna conclusione in merito ai nuovi rischi per la sicurezza con i farmaci incretino-mimetici. La comunicazione ha il solo scopo di informare gli operatori sanitari e i pazienti che l'Agenzia intende valutare queste nuove informazioni.

La sezione Avvertenze e Precauzioni delle schede tecniche degli incretino-mimetici contiene già avvertimenti ( warnings ) circa il rischio di pancreatite acuta.

È la prima volta che la FDA informa riguardo al rischio potenziale di lesioni pre-cancerose del pancreas con gli incretino-mimetici.

La FDA non ha concluso che questi farmaci possono causare o contribuire allo sviluppo del cancro al pancreas. ( Xagena2013 )

Fonte: FDA, 2013

Endo2013 Onco2013 Farma2013


Indietro