Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Fattori di rischio per lo sviluppo di ipotiroidismo subclinico durante terapia con Valproato


L’obiettivo dello studio, compiuto da Ricercatori dell’American University of Beirut Medical Center in Libano, è stato quello di identificare i fattori di rischio per l’ipotiroidismo subclinico ( livelli di TSH > 5mUI/ml ) nei pazienti trattati con Valproato ( Depakote, Depakin ).

Durante un periodo di 2 anni, sono stati esaminati i pazienti consecutivi con epilessia che stavano assumendo Valproato, ed un gruppo di controllo senza malattia epilettica.

Il 25,2% ( 36/143 ) dei pazienti in trattamento con Valproato e nessuno dei soggetti di controllo ( n=35 ), ha presentato ipotiroidismo subclinico ( p
Predittori di ipotiroidismo subclinico erano: la giovane età ( OR=1,15; età cut off: 3,9 anni ), la durata del trattamento tra 6 e 24 mesi versus meno di 6 mesi ( OR=2,98 ) e superiore ai 24 mesi ( OR=2,66 ), la politerapia comprendente il Valproato ed i farmaci inducenti l’enzima ( OR=6,08 ), la politerapia Valproato e farmaci non inducenti l’enzima ( OR=3,34 ), rispetto alla monoterapia con Valproato.

La maggior parte ( 88,2% ) dei pazienti con durata della terapia maggiore di 2 anni aveva età superiore ai 3,9 anni.

Dallo studio è emerso che i fattori di rischio per l’ipotiroidismo subclinico sono: la giovane età, la co-somministrazione di Valproato e di altri farmaci antiepilettici, e la durata della terapia tra 6 e 24 mesi. ( Xagena2007 )

Mikati MA et al, J Pediatr 2007; 151: 178-181


Farma2007 Neuro2007


Indietro