Ibuprofene
Alliance Dermatite
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa

Flupirtina, un farmaco per il sollievo del dolore, associato ad epatossicità


L'EMA ( European Medicines Agency ) ha avviato una revisione dei medicinali a base di Flupirtina, a seguito di timori circa disordini epatici associati all’uso di questi medicinali usati per il sollievo del dolore a breve e lungo termine.

La revisione è stata avviata dall’Agenzia regolatoria tedesca a seguito di un numero crescente di segnalazioni relative a disordini epatici associati all'uso di Flupirtina, che andavano dall'aumento asintomatico degli enzimi epatici alla insufficienza epatica.
In Germania, sono stati registrati nel database delle reazioni avverse 330 segnalazioni di problemi al fegato, di queste 15 hanno avuto un esito fatale o hanno portato a trapianto di fegato.
L’Agenzia tedesca ha inoltre evidenziato una mancanza di dati a sostegno dell'efficacia di Flupirtina nel dolore a lungo termine.

L'Agenzia Europea dei Medicinali esaminerà tutti i dati disponibili sulla sicurezza dei medicinali contenenti Flupirtina, in particolare reazioni epatiche, al fine di valutare l'eventuale impatto sul rapporto beneficio-rischio di questi medicinali.

La Flupirtina è un analgesico impiegato per il trattamento del dolore acuto e cronico, come ad esempio il dolore associato alla tensione muscolare, dolore da cancro, dismenorrea ( dolori mestruali ) e dolore dopo chirurgia ortopedica o lesioni.

I medicinali contenenti Flupirtina sono stati autorizzati dal 1980 e sono attualmente disponibili nei seguenti stati membri dell’Unione Europea: Bulgaria, Estonia, Germania, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania e Slovacchia. Sono disponibili con diverse denominazioni commerciali e in diverse formulazioni.

Il farmaco Flupirtina è stato introdotto come analgesico alternativo agli oppioidi e ai FANS. Successivamente, sono stati identificate molteplici altre azioni come il rilassamento muscolare.
Flupirtina agisce aprendo in modo selettivo i canali del potassio neuronali. L'apertura di questi canali riduce l'attività elettrica eccessiva che porta a stati di dolore. ( Xagena2013 )

Fonte: EMA, 2013


Med2013 Gastro2013 Farma2013


Indietro